Cordoglio di ACN per il duplice dramma – familiare e sportivo – avvenuto a Lecce

L’ACN si stringe a tutta la categoria arbitrale per l’immatura e tragica scomparsa del giovane e rispettato arbitro De Santis e della sua amata compagna Eleonora, a seguito dell’efferato delitto perpetrato nei giorni scorsi.

Quando il livore per motivi di interpretazioni calcistiche raggiunge questi livelli non è più giustificabile nessun atto di ritorsione per presunti o veri torti o sviste nel condurre una partita di calcio.

Grazie alla presenza degli arbitri il calcio è da sempre con noi. Senza di loro le partite non avrebbero luogo.

Già è molto difficile arbitrare ai giorni nostri, nonostante l’introduzione dello strumento VAR e questo è un addebito che va fatto principalmente a quei giocatori scorretti ed antisportivi che non rispettano gli avversari né il mestiere per cui vivono, rappresentando un vero danno a tutto lo sport.

Chiediamo più sportività da parte di tutti, in primis dei giocatori che evitino in campo losche sceneggiate che alterano la linearità degli incontri e rovinano il clima tra dirigenti, tifosi e amanti di questo splendido sport.

Un nuovo approccio di trasparenza e accettazione dei verdetti è di rigore!

 

© Fonte immagine: dynamitick.com